La popolazione norvegese

Il popolo Sami in Norvegia

Popolo Sami (Lapponia)Il popolo Sami vive nelle regioni settentrionali della Scandinavia, e cioè nei quattro paesi della Norvegia, della Svezia, della Finlandia e anche della Russia (la penisola di Kola). In tempi precedenti la Lapponia (la terra dei Sami) costituiva un territorio ben più vasto della penisola scandinava, probabilmente si spingeva anche più del nord della Russia. In questa parte nord-occidentale d'Europa, il popolo Sami costituisce la popolazione indigena della Scandinavia. Molti scienziati ritengono che questo gruppo etnico discende dalle popolazioni Komsa, che vivevano lungo la costa settentrionale anche 10 mila anni fa.

Attraverso i secoli la cultura Sami è cambiata molto e si è diversificata nello stesso processo. I Sami erano cacciatori dei prodotti della terra e del mare per migliaia di anni. Possono essere stati anche degli agricoltori. I loro principali alimenti erano le renne selvatiche dell'entroterra e i pesci nei  fiumi, nei laghi e nelle acque costiere.

I Sami non hanno mai creato un sistema di Stato, ciò nonostante sono si sono sempre identificati in una società ben organizzata, con la Siida come unità fondamentale. La Siida era una zona lungo il fiume, un lago o un fiordo, un insediamento abitativo che veniva condiviso da fino a dodici famiglie. Un consiglio Siida decideva in che modo le risorse dovevano essere raccolte durante l'anno. Questo era un sistema molto democratico, alla base di un adattamento che non minacciava la le risorse dei partecipanti.

Quando lo stock di renne selvatiche diminuì, dopo il Medioevo, alcune delle famiglie delle zone più interne iniziarono a tenere mandrie degli stessi animali. Nessuna Siida aveva un pascolo sufficiente per tali grandi branchi. Le renne sono state così spostaste dalle pianure interne alla costa e viceversa, ogni anno, attraversando molti accampamenti siidas. Questo è stato uno dei motivi del declino del sistema Siida. Un altro motivo furono le pressioni di colonizzazione provenienti dagli stessi norvegesi, svedesi, finlandesi e russi. Nelle zone costiere la maggior parte dei Sami non hanno mai avuto mandrie di renne. Vivevano come agricoltori e pescatori, una combinazione tradizionale lungo la costa norvegese. Nei secoli successivi altri gruppi si sono spostati verso la costa, soprattutto norvegesi e Kvens (immigrati provenienti da Finlandia).

Dal XVIII secolo, la pressione contro la cultura Sami si è accresciuta. In Norvegia le autorità hanno cercato di "norvegizzare" i Sami, con la scuola, la chiesa e le leggi. Difficile dare i numeri esatti per della popolazione Sami attuale, sono almeno 30 mila, ma possono essere due volte più numerosi. La maggioranza vive in Norvegia, dove il numero della popolazione è il più incerto. La Russia contiene la più piccola parte. Ci sono duemila Sami, sulla penisola di Kola, che lotta per sopravvivere come un gruppo etnico riconosciuto.

Il linguaggio di Sami è legato, ma molto diverso, al finlandese, l'estone e l'ungherese. È diviso in molti dialetti. Nel corso dei secoli ciascuno di questi dialetti si è sviluppato fino a che la maggior parte di loro sono diventati reciprocamente incomprensibili. Tuttavia, il dialetto del Nord Sami è parlato dalla maggioranza della popolazione, ed è il dialetto più utilizzati in letteratura e l'istruzione. Quasi tutti i Sami parlano la lingua ufficiale dello Stato in cui vivono.

Voli economici per la Norvegia seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...