Personaggi famosi norvegesi

Niels Henrik Abel

Niels AbelNiels Henrik Abel è stato uno dei più grandi matematici norvegesi, nato nell'isola  di Finnøy, vicino a Stavanger in Norvegia, nell?agosto del 1802. Secondo figlio di un pastore luterano di poche possibilità economiche, all?età di 13 anni venne iscritto presso la scuola della cattedrale di Oslo, allora chiamata Christiania, dove gli verrà riconosciuto per la prima volta il suo talento scientifico. Diventerà uno dei più grandi studioso dell?algebra e della teoria delle funzioni nella storia.

Un maestro, Holmboë, lo fece appassionare agli studi matematici già dall?età di 15 anni. Purtroppo, in quegli anni la sua famiglia dovette affrontare la morte del capofamiglia  ed il conseguente appensantirsi dei problemi economici, con cui il giovane Abel ebbe sempre a che fare. A 19 anni fece il suo ingresso all?università di Christiania (l?odierna Oslo), aiutato da una borsa di studio, ma già prima lavorava alle equazioni di quarto e quinto grado.

Ciò che voleva verificare Abel era la possibilità di una risoluzione per le equazioni superiori al quarto grado ed infatti dimostrò che quelle di quinto grado non hanno una risoluzione data dalle 4 operazioni (addizione, sottrazione, moltiplicazione, divisione) e dall?estrazione di radice. Tutto questo fu messo per iscritto da Abel nella ?memoria di Parigi di Abel? ed inviata all?Accademia di Parigi, che però non rispose al giovane matematico.

Grazie ad un finanziamento statale, Abel potè visitare la Germania e la Francia; soggiornò a Berlino per 6 mesi, partecipò alla pubblicazione del giornale matematico ?Fiir die reine und angewandte Mathematik? di August Leopold Crelle; inoltre, cercò di avere l?assegnazione della cattedra di matematica all?Università di Berlino. Successivamente, a Freiberg, studiò la teoria delle funzioni. Da Parigi, fu costretto dalle difficoltà economiche a tornare nel suo paese natale, dove si dedicò all?insegnamento.

Le sue memorie e gli articoli, che furono pubblicati sul giornale di Crelle risalgono agli ultimi due anni della sua vita; infatti, nel 1829, il 26enne matematico morì di tubercolosi. Subito dopo la sua morte, addirittura solo due giorni dopo, arrivarono due lettere, una di Crelle, che garantiva ad Abel un posto di ruolo nella sua città, e l?altra da Parigi, dove l?opera,  che il matematico aveva inviato, era stata ritrovava dopo così tanto tempo e veniva grandemente elogiata. In onore di Abel, nel 2002 è stato creato il premio Abel.

Voli economici per la Norvegia seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...