Storia della Norvegia

Norvegia contemporanea

Produzione petrolio NorvegiaLa dissoluzione dell'Unione Sovietica nei primi anni 1990 ripropose un vecchio problema riguardante il confine tra Norvegia e Russia nel Mare di Barents. Una volta era una mera questione giuridica, poi diventato un confine di grande importanza per la sua rilevanza strategica navale russa e per i possibili estensivi depositi di petrolio e gas naturale giacenti nelle profondità.

Alla fine del XX secolo e l'inizio del XXI secolo, la Norvegia incominciò a svolgere un ruolo sempre più attivo negli affari esteri, mediando tra Israele e l'OLP (Organizzazione per la Liberazione della Palestina) o anche tra il governo dello Sri Lanka e i ribelli Tamil, o ancora l'invio di truppe NATO in Afghanistan e così via.

Può sembrare contraddittorio che la Norvegia continui a rifiutare l'adesione all'Unione Europea. In qualità di membro fondatore della NATO, è stata infatti solidale nella politica di sicurezza dell'Europa occidentale sin dal 1949. L'esportazione di petrolio e gas naturale dal mare del Nord ha notevolmente rafforzato la sua economia integrando il Paese nella nuova era globale. Tuttavia, l'unità verso l'Europa da un punto di vista politico, monetario e militare (che ha trovato espressione nel Trattato di Maastricht e l'istituzione della UE) hanno sempre ricordato ai norvegesi le svariate unioni effettuate in passato e che hanno portato il Paese ad essere soggiogato allo 'straniero' per più di mezzo millennio. La Norvegia rimane comunque parte dell'EFTA (Associazione Europea di Libero Scambio) sin dal 1960.

Ricordiamo che la Norvegia è il principale produttore occidentale di petrolio, con circa 3 milioni di barili al giorno (1,09 miliardi l'anno). ed il terzo esportatore mondiale dopo Arabia Saudita e Russia.

Voli economici per la Norvegia seleziona il tuo aeroporto di partenza dall'Italia o dall'estero e scegli tra decine di compagnie, tra cui Ryanair, Easyjet e tante altre e vola con prezzi super convenienti. Risparmia fino al 50%...